A.Antegnate vs OrBa 0-1

Marcatori: 65′ Pelucchi (B)

Formazioni:
Amici Antegnate: Lancini, Bezzi, Brugna, S.Sardelliti (77’Karpuzi), Zangaro, Provenzale, Elayadi, Magni (73’Masu), Plebani (62’Bruzzese), Lamera (67’Ndiaye), Magagnin. A disposizione: Zouhari, Corna, L.Sardelliti. All.: Corna
Pol.Or.Bariano: Bassi, Perrone (61’Gagliani), A.Moleri (51’Danesi), A.Suardi, Duzioni, M.Suardi (46’Cornari), P.Tirloni, Monti, Pelucchi, Provenzi (68’De Nardi), Fratus (73’Bezzi). A disposizione: Cesana, Lanzeni. All.: Duca

Cronaca:
Ad Antegnate per il trofeo Preda si gioca la terza partita con un caldo afoso che limita entrambe le squadre, ma in particolar modo la POB che sembra non riuscire a mettere in atto il gioco espresso nelle prime amichevoli stagionali. Il match non è particolarmente interessante: i barianesi provano a fare gioco partendo da dietro (facendolo abbastanza male) mentre l’Antegnate prova a colpire in contropiede con azioni rapide e intelligenti che si svolgono in particolar modo sulla catena di destra. Nel primo tempo succede poco a parte un paio di tiri di Pelucchi e qualche timido contropiede dei padroni di casa.
Il secondo tempo sembra iniziare come il primo, ma l’Antegnate sembra averne di più e infatti si gioca di più nella parte di campo difesa dalla POB, ma come spesso succede in questo tipo di partite, è la squadra che sembra più in difficoltà ad andare in vantaggio: Monti batte una punizione veloce sulla fascia per l’esterno di destra che subito va a cercare Pelucchi lasciato per un attimo libero in area, il centravanti arancione è bravo a battere il portiere antegnatese da due passi. Dal 65′ in poi la Pol Bariano è brava a mettere in ghiaccio la partita badando poco al sodo e chiudendo bene gli spazi alle iniziative dei giovani giocatori di Antegnate.
Finisce quindi 0-1 una gara giocata in modo ordinato, ma con poche idee offensive da parte degli arancioni di Bariano. Per affrontare il campionato già da domenica ci vorrà ben altro piglio e una nuova determinazione.
Sempre forza orange.

PAGELLE:
Bassi 6,5: pochi interventi, ma molto importanti.
Moleri  A 5,5: il suo avversario diretto lo fa impazzire, praticamente non riesce mai a fermarlo.
Duzioni 6,5: sempre determinato negli interventi, un po’ più disordinato del solito
Suardi A 6: ancora  appesantito dalla preparazione ha ancora attimi di incertezza.
Perrone 6: copre bene la sua fascia, giocando con intelligenza e spirito di sacrificio.
Tirloni P 5,5: alterna buone giocate a tanto disordine.
Suardi M 5,5: ha solo 20 minuti nelle gambe e si vede, mai visto così in affanno.
Monti 7: padrone del centrocampo, anche se sbaglia spesso la giocata in certe situazioni tiene in piedi la metacampo da solo.
Fratus 5,5: anche lui vittima dei carichi di lavoro non riesce mai a trovare la posizione giusta
Provenzi 5,5: come Suardi M ha pochi minuti nelle gambe e non è mai lucido nelle giocate.
Pelucchi 8: il gol è la cosa più facile che fa, difende palloni e lotta come un leone anche in mezzo a 2-3 avversari. MVP
Cornari 6: entra a dare una mano in mezzo al campo, ma meglio quando torna in fascia.
Danesi 6,5: si mette in mezzo alla difesa e sbroglia parecchie situazioni difficili
Gagliani 6: gioca una serie di palloni interessanti, deve solo aumentare la velocità di esecuzione.
De Nardi 6: sempre pronto a entrare a dare peso al centrocampo, dopo il suo ingresso l’Antegnate fatica a fare gioco.
Bezzi 6: buon debutto, ordinato  e molto concentrato anche giocando sulla fascia opposta al suo piede.