Romania FC vs PolOrBa 2-1

Marcatori:
24’Artina

Formazione:
Cattaneo, Moleri (45′ Mazzotti), Suardi A. (83’Silvani), Resmini, Fratus (70’Suardi M.), Tirloni E., Agazzi (55’Bigatti), Cornari (77’Iacchetti), Artina, Giupponi, Carobbio

Pagelle:
Patrik 6,5: para il tutto il parabile, nonostante le condizioni fisiche precarie.
Mole 6: finché sta in campo è il migliore della difesa per attenzione e aggressività.
Andrea 5 : disattento e poco incline a marcare. Irriconoscibile.
Willi 5: va di pari passo col suo compagno di reparto; c’è da togliere la ruggine della pausa
Enrico 5: come tutto il reparto, non entra mai in partita, poco aggressivo e insolitamente lento
Tirloni 6,5: cerca di tenere in piedi la baracca come può e per un tempo ci riesce pure. MVP
Giordano 6: tiene bene il campo, viene penalizzato da un’ammonizione che lo limita
Mattia 5: mai al suo, alto quando c’è da difendere e basso quando bisogna attaccare
Angelo 6,5: sempre molto generoso, ma anche disordinato (non sempre per colpa sua). Mezzo voto in più per il gol
Gippy 5,5: troppo timido; un giocatore con le sue qualità non può giocare solo 30 minuti
Carobbio 5,5: tanto lavoro in orizzontale, ma da lui ci si aspetta sempre il gol, soprattutto per le 3 occasioni avute
Vege 6: tiene bene la sua zona, ma non viene aiutato dal reparto.
Bigatti 5,5: corre tanto, ma sembra sempre in affanno
Marco S 5,5: gioca bene, si inserisce bene, ma sbaglia un gol che gli costa un voto in meno
Iacchetti 5,5 : entra tardi e si allinea all’andazzo della squadra senza dare la solita qualità
Silvani 5,5: entra bene mettendo a disposizione la sua velocità, ma imperdonabile il gol sbagliato da un attaccante fresco

Cronaca:
Sconfitta pienamente meritata per gli uomini di Bariano che giocano praticamente 30 minuti e poi mettono via armi e bagagli e lasciano la partita in mano agli avversari della Romania. Ospiti che vanno in vantaggio a metà primo tempo con una fantastica azione che vede almeno una decina di passaggi di fila prima del cross e della conclusione vincente di Artina.
Gli Orange da quel momento giocano ancora una 15ina di minuti, ma già dalla fine del primo tempo rischiano di subire 2 gol a causa di chiusure non proprio lucide. I barianesi rientrano nel secondo tempo con Vege al posto di Mole, purtroppo tra i difensori sembra entrare veramente in partita solo il nuovo entrato e inizia la sagra dell’errore : dietro i difensori perdono continuamente i propri uomini da marcare, i centrocampisti oltre a non fare più filtro, smettono di lottare  e gli attaccanti, per completare l’opera, sbagliano almeno 4 palle gol pulite.
Con questo atteggiamento svogliato e presuntuoso arriva inevitabile la sconfitta nella prima giornata del ritorno: Romania che tiene meglio in campo e che gioca sicuramente con più convinzione dei propri mezzi.
Ora accantoniamo questa brutta partita e pensiamo che il ritorno inizi da domenica prossima: la prima in classifica è solo a 4 punti, ma soprattutto bisogna pensare che questo campionato sarà caratterizzato da 5 scontri diretti e la squadra di Bariano, uno l’ha già giocato.
Sempre forza orange.

Tonino Continho